the time You need

Gran Fondo nel Parco Sarto

Villetta Barrea, L'Aquila   Italy

domenica 24 giugno 2018

NEWS

Ecco i percorsi - 13.05.2018 10:56:19

La granfondo



Percorso di granfondo, km 114 800 con passaggio turistico a Civitella Alfedena .
La Gran Fondo Nel Parco Sarto, giunta alla terza edizione, muove da Villetta Barrea [1], sulla riva ovest del lago di Barrea. Quest’anno, per la prima volta, attraversato il centro del paese, al “Ponte Vecchio”, si salirà a velocità controllata, per circa 2 km, a Civitella Alfedena [2]; altri due km di discesa facile separano il centro dove risiedono le Oasi del Lupo e della Lince, dal panoramico ponte sul lago[3]; si torna sulla SS83 in direzione Villetta per il via agonistico che avviene sotto l’arco di partenza posizionato di fronte al Centro Servizi del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise [4].
In leggera salita, dopo aver sfiorato la Camosciara e Val Fondillo, si raggiunge il primo “strappo” di giornata: a 700 m dal bivio per Forca D’Acero [5], c’è un breve tratto di salita “vera” che scalda le gambe! La piana che conduce a Pescasseroli offre respiro e possibilità di condurre già in buona velocità. Si entra nella “Capitale del Parco” seguendo in senso di marcia la rotonda nei pressi della Casa Cantoniera [6], si attraversa il centro  abitato transitando nei pressi del Comune [7] e percorrendo un breve tratto in senso contrario alla normale marcia si esce reimmettendosi sulla SS83 .
Al 22° km, in corrispondenza del bivio di Gioia dei Marsi [8], si prende la strada a destra e inizia la prima salita di giornata che conduce al panoramico Valico di Bisegna [9]: poco meno di 5 km di pendenze morbide e rinfrancate dall’ombra degli aceri. E’ facile, in questo tratto, in condizioni di silenzio e calma, incontrare una volpe che ha eletto questi boschi a suo ambiente prediletto.
Percorsi 32 km, si attraversa il comune di Bisegna e si prosegue verso la sua frazione San Sebastiano dove attende il primo ristoro curato dalla Pro Loco [10]. Bisegna è sede del Presidio del Parco Nazionale in corrispondenza del quale la strada richiama l’attenzione dei partecipanti per una serie di curve impegnative.
Dopo 8 km si sfiora Ortona dei Marsi con il suo caratteristico paesaggio fatto di case di pietra e strade lastricate.
Il 45° km segna l’inizio della seconda salita, quella che conduce all’Olmo di Bobbi [11]: 5 km e mezzo, regolari che, condotti al giusto ritmo, offrono l’opportunità di sentire gli odori dei tipici arbusti, delle erbe particolari che crescono nel terreno roccioso e delle conifere che caratterizzano la sommità del passo. Giunti in vetta, si attraversa un’ampia galleria la cui fine è pienamente visibile dall’ingresso, e il secondo ristoro [12] ripaga le fatiche fin qui compiute.
Qualche secondo per apprezzare il panorama della valle Peligna che si apre davanti agli occhi dei corridori e inizia la discesa che conduce a Cocullo: 9 km di strada ampia e veloce; si raccomanda di tenere sempre la destra e di non “tagliare” le curve: siamo cicloamatori e la sicurezza deve essere sempre il faro che illumina i nostri percorsi.
Attraversata la frazione Casale, circa al 62° km, se ne percorrono ancora quasi 3 di discesa per giungere a Anversa degli Abruzzi; davanti alla bellissima chiesa di Santa Maria delle Grazie, rinfrancati dalle acque freschissime del fontanile antistante, si possono apprezzare, presso il terzo ristoro, le tradizionali “ferratelle” offerte da Giuseppe Del Rosso del Bar Angolo delle Grazie [13]. Attraversando il caratteristico borgo anversano, si arriva alla porta dello scenario, senza dubbio, più strabiliante dell’intero percorso: le Gole del Sagittario! L’Oasi Naturale del WWF ne preserva lo splendore. Lo strapiombo delle rocce disegna figure impensabili e, salendo verso Villalago [19], si immerge in un laghetto dalle acque pure e azzurrissime nei giorni migliori. Inizia ad Anversa degli Abruzzi la terza salita che porta a Villalago: quasi 10 km di ascesa incostante nelle pendenze, tortuosa e panoramica [14]. L’eremo di San Domenico [15], al di là del caratteristico doppio ponte, offre un paesaggio unico e apprezzatissimo. Anche in questo tratto il richiamo alla prudenza e al rispetto del codice della strada, offrono la chiave per godere in sicurezza la giornata sui pedali.
Lasciando Villalago sulla destra, termina la salita delle Gole [16] e si giunge, dopo un tratto di pianura, al lago di Scanno; siamo al 76° km di gara, 83° dall’inizio della manifestazione, e lo specchio d’acqua alla destra è rinfrancante. Dopo circa 1 km, il suggestivo passaggio sotto l’arco della Chiesa di Santa Maria dell’Annunziata, prelude all’inizio dell’ultima salita [17], la regina dell’evento: la salita di Passo Godi! 15 km di fatiche, le ultime, le più entusiasmanti, quelle che daranno ai primi l’occasione per fare la differenza, agli ultimi la benedizione per avercela fatta. Si passa nel centro di Scanno, di fianco alla stupenda Chiesa di Santa Maria della Valle, il ciottolato caratteristico di via Napoli anticipa il quarto ristoro che l’associazione MTB Scanno allestisce nei pressi della “pesa pubblica” [18]; si esce da Scanno e percorrendo i primi tornanti si giunge all’inizio del tratto cronometrato della salita [19]; mancano quasi 11 km a Passo Godi e poco più di 25 all’arrivo; a metà ascesa un ristoro idrico salino [20] allevierà le fatiche prima del Valico di Monte Godi [21]; sulla piana del passo dove si conclude anche la cronoscalata [21], grazie al sostegno di Candido del Rifugio Lo Scoiattolo, l’ultimo sostegno prima dell’arrivo.
La discesa a Villetta Barrea offre lo sguardo verso la valle del Lago di Barrea e fila veloce su una carreggiata per lo più ampia e sicura; qualche tornante rallenta la corsa e in prossimità del paese una chicane tra i caratteristici pini neri italici (pinus nigra) testa l’attenzione del corridore; non ci stancheremo di appellarci alla prudenza e al rispetto delle regole di convivenza sulle strade: controllo e cautela assicurano la gioia dell’arrivo.
Ed eccoci, finalmente, a Villetta Barrea! Al termine della discesa da Passo Godi, dopo 108 km di corsa, 115 di pedalata, si gira a sinistra e la dirittura d’arrivo [23] è il premio tanto desiderato!
Il ristoro dopo la “linea bianca” è il luogo degli eroi! Lì i racconti si fanno leggenda!

Nick Chewopp  



 

Il Giro Gourmet



Valido come Campionato Italiano di Cicloturismo a Squadre ASI.
Percorso cicloturistico di 50 km
Il Giro Gourmet della Gran Fondo Nel Parco Sarto, inizia, come la granfondo, da Villetta Barrea [1]; il  timbro “START” sarà posto sulla carta di viaggio nel piazzale antistante il Centro Servizi del Parco Nazionale d’Abruzzo. Attraversato il centro del paese, al “Ponte Vecchio”, si salirà, per circa 2 km, a Civitella Alfedena [2]; 2 km di discesa facile separano il centro, dove risiedono le Oasi del Lupo e della Lince, dallo chalet Oasi del Lago [3] presso il quale sarà allestita la colazione per i partecipanti e ci sarà il 1° controllo a timbro [3]; attraversando il ponte sul lago si torna sulla SS83 prendendo la strada a destra in direzione Barrea. Poco più di 5 sono i km che ci separano dal centro che dona il suo nome al lago. Giunti all’ingresso del paese, ci inoltreremo nel centro storico per circa 200 metri fino a piazza Mammarino [4] dove ad attenderci ci sarà il 2° riscontro sulla carta di viaggio e un “rinforzo” della prima colazione, carburante necessario per affrontare la distanza che separa Barrea da Pescasseroli.
Transitati nuovamente in Villetta [5], al 20° km del nostro percorso faremo una breve sosta all’interno della Camosciara [6] per consentire la 3a verifica con timbro.
Dopo circa 7 km, una leggera salita porta all’unico impegno di giornata: a 700 m dal bivio per Forca D’Acero, c’è un breve tratto di salita “vera” che scalda le gambe! Sulla nostra destra vedremo il bellissimo profilo di Opi [7] e subito la piana che conduce a Pescasseroli offre respiro. Si entra nella “Capitale” del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise salutandone alla nostra sinistra la sede e, attraversando il centro storico giungeremo al 3° controllo a timbro; ancora una “fatica” attende i partecipanti: l’aperitivo allestito con i prodotti dell’Antico Forno! [8]
Si riprende la strada per Villetta reimmettendosi sulla SS83 e dopo x km termineremo le fatiche rinfrescandoci all’arrivo con il cocomero! Non dimenticate di recervi nel villaggio per farvi vidimare la carta di viaggio con l’ultimo sigillo [9].

​Nick Chewopp 


Vi presentiamo la Granfondo Città dell'Aquila - 09.05.2018 11:31:32

Vi presentiamo la Granfondo Città dell'Aquila
Una gara che già nella prima edizione ha raccolto consensi da tutti i partecipanti per l’organizzazione impeccabile
Un'altro scenario dell'Abruzzo montano, ricco di storia, paesaggi e strade che vogliono solo essere accarezzate dalle ruote delle biciclette.
Una gara apprezzata per l'ottimo livello organizzativo e di sicurezza. Un evento che mostra la forza e la voglia di rinascita di una Provincia indomita, come le sue vette.
 
Combinata con la Gran Fondo Nel Parco Sarto
L'abbinamento con la Granfondo Città dell'Aquila, nel segno del Territorio.
A distanza di poco più di un mese, con una sola quota di € 55 valida per entrambe le gare, è possibile scoprire due facce della stessa Regione: il 20 maggio, sotto l'ombra del Gran Sasso e il 24 giugno nel regno del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, pedalerete la Natura!

Presentata a Trasacco la Terza Edizione - 19.02.2018 10:51:48

Annunciato l’accordo con SARTO, telaisti italiani, artigianali, sartoriali
 
Ieri pomeriggio, a Trasacco, presso l’Auditorium Comunale, si è svolta la prima delle quattro tappe con cui la Gran Fondo Nel Parco si farà conoscere e presenterà innovazioni. I prossimi appuntamenti saranno a L’Aquila, Pescara, Roma e Pescasseroli.
Il Presidente della Gran Fondo, Simone Carbutti, ha annunciato la prima novità: il raggiungimento dell’importante accordo di partnership con l’azienda veneta SARTO: la Gran Fondo Nel Parco aggiungerà, al proprio nome, quello del telaista italiano, artigianale e … sartoriale. Proprio questi caratteri si sposano a meraviglia con l’anima dell’evento di Villetta Barrea e che punta proprio sulle risorse del Territorio e sulle caratteristiche imprese locali.
Il Sindaco Mario Quaglieri ha salutato gli ospiti presenti e la numerosa comunità ciclistica intervenuta; ha ringraziato la Asd Gran Fondo Nel Parco per aver accettato l’invito a iniziare questa sorta di road show nel comune della Valle del Fucino; l’idea di esportare i benefici di un evento turistico amatoriale ai comuni non direttamente interessati ha accomunato l’amministrazione di Trasacco e il comitato organizzativo. Lorenzo Quinzi, Direttore Generale del Ministero di Economia e Finanze, promotore di questo incontro, ha strappato a entrambi la promessa di valutare, in futuro, un passaggio della corsa a Trasacco. Chissà!
 
Al fianco della Gran Fondo Nel Parco Sarto, fin dalla prima edizione, Mauro Marrone, anche in questa occasione ha rappresentato la Federazione Ciclistica Italiana di cui ne presiede il Comitato Abruzzese. Apprezzatissime le sue parole a testimonianza della bontà del sistema organizzativo dell’evento;  consultato sui rapporti tra FCI e Enti di Promozione, ha spiegato che grazie a una tessitura di rapporti e al rispetto degli accordi, in Abruzzo, l’attività si svolge con reciproca soddisfazione.
Il Presidente Marrone ha sottolineato come l’interazione tra eventi sportivi e attività connesse al Territorio siano un volano per la promozione dello stesso.
Il successivo intervento dell’Avv. Gianluca Santilli, Presidente dell’Osservatorio sulla Bike Economy, è stato illuminante sull’argomento: gli investimenti sulla “bicicletta”, nel resto d’Europa, e in molte nazioni nel Mondo, stanno creando effetti benefici sulle economie e generano posti di lavoro oltre che ricchezza. La Bike Economy non è solo legata alle produzioni e alle attività del settore specifico: Bike Economy è anche il turismo ciclistico, la vendita, e di conseguenza la produzione, di beni che i ciclisti consumano nel loro andare, dal cibo ai souvenir, dai beni di consumo alla fruizione di visite guidate; per non dimenticare che un corretto sviluppo della Bike Economy necessita di infrastrutture che mettono in gioco imprese di costruzione, multimediali, di manutenzione ecc.
Alla presentazione della Gran Fondo Nel Parco Sarto hanno reso testimonianza anche Mario Valentini, Commissario Tecnico della Nazionale di Paraciclismo e Fausto Scotti, Commissario Tecnico della Nazionale di Ciclocross. Il primo è un vero estimatore della Terra d’Abruzzo al punto di farne la sua meta preferita per radunare i suoi plurimedagliati ragazzi con in testa il Campione Alex Zanardi. Fausto Scotti è stato un ottimo corridore e in Abruzzo ha tanti amici ex colleghi: è venuto a salutarli e a raccontare quanto sia importante un format organizzativo coeso ed efficiente essendo a sua volta promotore e organizzatore del Giro d’Italia di Ciclocross.
L’organizzazione della Gran Fondo Nel Parco Sarto ha scelto di presentare per l’occasione il suo Villaggio: la responsabile del settore è Mariapia Graziani, esperta del Territorio, delle sue Strutture e Amministrazioni, nonché socia fondatrice dell’Associazione; ha illustrato come nel Villaggio della Gran Fondo, sia sabato che domenica, si alterneranno per grandi e piccoli, per ciclisti e accompagnatori iniziative di grande interesse. La Gran Fondo rappresenta infatti l’occasione per respirare la bellezza dei luoghi del Parco Nazionale d’Abruzzo, per conoscere il suo territorio, ricco di risorse naturali, di cultura, di socialità, di tradizioni che ancora vi permangono, mentre sono solo ricordi lontani per chi proviene dalle grandi città e da molte località che, hanno omologato i propri stili di vita.
Il Villaggio della Gran Fondo quest’anno offrirà, oltre all’area degli stand tecnici, presenti generalmente in tutte le gare, altre aree specialissime a tema come “La bicicletta oggi e domani”, “I Paesi si raccontano”; inoltre ci saranno spazi dedicati alla promozione delle escursioni nel Parco, al del Tour dei Paesi, alla Ludoteca, a Laboratori esperienziali e di performances, alla Mostra Mercato e uno dedicato alla Fondazione ISAL, presentata dal Prof. Gianvincenzo D’Andrea, che si occupa di Scienze Algologiche e Ricerca sul dolore cronico.
 
 
L’incontro è stato chiuso da Lorenzo Quinzi, perfetto padrone di casa che ha ringraziato Antonello Venditti, gloria ciclistica di Trasacco, per il contributo organizzativo e per aver offerto il gradito rinfresco alla fine della presentazione.
 
Non essendo potuti intervenire per impegni improvvisi e inderogabili, hanno inviato un messaggio di saluto e vicinanza il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco, il sindaco di Villetta Barrea, Giusy Colantoni, e il professor Marco Benedetti dell’Università Cà Foscari di Venezia che organizzerà e presiederà il convegno a tema "Valorizzazione sostenibile degli Ecosistemi di pregio attraverso il turismo sportivo: Ciclismo & Aree protette" che si svolgerà nel Villaggio della Gran Fondo Nel Parco Sarto, sabato 23 giugno, alla vigilia della corsa.
 
Nick Cheowp
 
NB
In caso di necessità di immagini contattare +39 334 7050260

Grazie.

Prima Presentazione - 15.02.2018 15:14:19

Chiamiamola Gran Fondo Nel Parco Globetrotter! Quest’anno la manifestazione del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise si farà conoscere in quattro tappe e la prima sarà venerdì prossimo, 16 febbraio, alle ore 16,00, a Trasacco (Aq) presso l’Auditorium che il Sindaco Mario Quaglieri e l’Amministrazione del comune della Valle del Fucino e hanno gentilmente messo a disposizione. Grazie alla fattiva collaborazione organizzativa di Lorenzo Quinzi e Antonello Venditti, l’evento che si svolgerà a Villetta Barrea il 24 giugno prossimo si presenterà alla numerosa comunità ciclistica della Marsica.

L’organizzazione ha già da tempo sposato la filosofia di promuovere la manifestazione tramite sinergie tra sport, cultura, tradizione, enogastronomia e tutto quanto fa Territorio. A sostegno di questa tendenza interverranno, tra gli altri, Renato Di Rocco, Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Gianluca Santilli, Presidente dell’Osservatorio sulla Bike Economy, Mauro Marrone, Presidente del Comitato Regionale Abruzzese e Delegato del Comitato Regionale Molisano della Federazione Ciclistica Italiana, il Sindaco di Villetta Barrea Giusy Colantoni, Mario Valentini, Commissario Tecnico della Nazionale di Ciclismo Paralimpico, Fausto Scotti, Commissario Tecnico della Nazionale di Ciclocross.

La scelta di iniziare la campagna comunicativa della Gran Fondo Nel Parco da Trasacco è testimone della volontà di  coinvolgere nell’evento tutto il Territorio, anche quello attualmente non interessato alla corsa; l’idea è di arricchire la vetrina che l’evento offre di una Regione ricca di particolarità uniche.

Nick Cheowp

Vuole te come testimonial! - 25.01.2018 14:22:22

Registra un breve video, non più lungo di 10 secondi iniziando con “Io torno alla Gran Fondo Nel Parco perché…” e invialo entro il 10 febbraio, tramite WhatsApp, al +393491094050; i video più simpatici saranno montati in una clip promozionale dell’evento e tu riceverai nel pacco gara dell’edizione 2018 la nostra t-shirt!

La scelta dei video è a insindacabile preferenza dell’organizzazione.

Augura Buone Feste! - 29.12.2017 12:24:30

La Gran Fondo Nel Parco augura buone feste!Quest'anno abbiamo vissuto la seconda edizione della Gran Fondo Nel Parco e già stiamo lavorando alla terza.
Ringraziamo il Comune di Villetta Barrea, la Regione Abruzzo, la Provincia de L'Aquila, il Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise, il Touring Club Italiano per i patrocini e il prezioso supporto.
Ringraziamo le Pro Loco e le Associazioni locali che ci hanno aiutati a costruire un evento molto apprezzato. 

Il 2018 sarà l'anno della conferma. Ti facciamo i nostri più cari auguri di vivere un buon Natale e di pedalare tutto il prossimo anno con la felicità di un bambino che scarta un nuovo regalo ogni volta che salirai in sella!



La Gran Fondo Nel Parco, volano per il Territorio
La manifestazione è vocata alla promozione del territorio ed è arricchita da iniziative rivolte ai concorrenti ma soprattutto agli accompagnatori e alle loro famiglie potendo contare su una cordiale, esaustiva e varia ricettività di alberghi e strutture di ogni genere: dai graziosi bed& breakfast, ai campeggi, dalle aree camper agli affittacamere.

Sul sito della Gran Fondo Nel Parco c’è una sezione dedicata alle possibilità di prenotare per tempo una sistemazione comoda per il giorno della gara.

Nel ricco fine settimana sarà possibile scoprire la cultura e la natura del Parco con visite guidate nei musei locali ed escursioni sui sentieri e nei luoghi più suggestivi; queste attività, gratuite per chi alloggerà presso le strutture convenzionate, sono aperte a tutti; nel villaggio della Gran Fondo Nel Parco, particolarmente in attesa del rientro dei ciclisti, saranno allestite diverse iniziative, sarà possibile visitare gli stand dei partners dell'organizzazione e curiosare tra i banchi del caratteristico mercatino.

L’organizzazione conta sul supporto della Pro Loco di Villetta Barrea, dell'Associazione Pietramara, dell'Associazione Nazionale degli Apini sezione di Villetta Barrea, delle Guide Alpine locali e sul personale del Centro Servizi del Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise.

Partecipare alla Gran Fondo Nel Parco è regalare a se stessi e ai propri cari un'occasione per conoscere e vivere il Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise e suoi borghi, tra i più belli d'Italia. Le iscrizioni sono già aperte su




 

L'ambiente della Gran Fondo Nel Parco

Villetta Barrea
In provincia de L'Aquila, è la sede della Gran Fondo Nel Parco già da tre anni. E' uno dei borghi più belli e caratteristi del Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise e di tutta Italia.
Offre ricettività alberghiera e preziosità enogarstronomiche per soddisfare tutti i gusti ed esigenze. L'Amministrazione Comunale, la Pro Loco e le Associazioni locali sono da sempre al nostro fianco per garantire servizi e offerta di intrattenimento ai partecipanti e alle loro famiglie.




Il cervo è di casa a Villetta Barrea!
E' facilissimo incontrare il cervo nei campi che circondano il paese o in riva al Sangro. Ma non solo: a pochi chilometri, a Civitella Alfedena hanno sede le oasi naturali del lupo e della lince e presso la sede del Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise, a Pescasseroli, è possibile ammirare l'orso marsicano.




MAPPA & HOTEL

Booking.com
Booking.com

ARCHIVIO

  
Gran Fondo nel Parco Sarto

Villetta Barrea (AQ) - Abruzzo

24 giu 2018

GIORNI

-33

PARTITI

--

ARRIVATI

--

SPORT

CICLISMO

ISCRIZIONI

GRAN FONDO NEL PARCO

Euro 30,00 entro il 31.12.2017 23:59
Euro 35,00 entro il 21.06.2018 23:59

Tipo Iscrizione: Individuale

GRAN FONDO NEL PARCO - Iscrizione con Maglia tecnica celebrativa e diritto alla prima griglia

Euro 40,00 entro il 31.12.2017 23:59
Euro 55,00 entro il 21.06.2018 23:59

Tipo Iscrizione: Individuale

GRAN FONDO NEL PARCO - Quota Promo Gran Fondo Campagnolo Roma

Euro 30,00 entro il 08.10.2017 23:59

Tipo Iscrizione: Individuale

Chiuse!

GRAN FONDO NEL PARCO - Quota Promo Gran Fondo Campagnolo Roma con Maglia

Euro 45,00 entro il 08.10.2017 23:59

Tipo Iscrizione: Individuale

Chiuse!

GRAN FONDO NEL PARCO - Quota Promo Team con 10 iscritti

Euro 25,00 entro il 30.04.2018 23:59

Tipo Iscrizione: Individuale

Chiuse!

GRAN FONDO NEL PARCO + Gran Fondo Città dell'Aquila

Euro 55,00 entro il 18.05.2018 12:30

Tipo Iscrizione: Individuale

Chiuse!

Gran Fondo nel Parco + Gran Fondo del Matese

Euro 50,00 entro il 24.06.2018 12:30

Tipo Iscrizione: Individuale

GRAN FONDO NEL PARCO - Giro Gourmet

Euro 15,00 entro il 20.06.2018 23:59

Tipo Iscrizione: Individuale

GRAN FONDO NEL PARCO - Giro Gourmet con maglia

Euro 45,00 entro il 20.06.2018 23:59

Tipo Iscrizione: Individuale

Recapiti

Segreteria

Krono Service Srl

Telefono

+39 06.93.09.712

Metodo Pagamento accettato

PayPal/Carta di Credito

Invio Documentazione: Non richiesto

Bonifico Bancario

Intestazione Conto: ASD GRAN FONDO NEL PARCO

Banca: non disponibile

IBAN: IT43Y0312403209000000230693

SWIFT/BIC: non disponibile

Invio Documentazione:  iscrizioni@kronoservice.com o in alternativa al fax +39 06.92.93.29.74